Morire in primavera Stampa
space

Germania, 1945, ultimo anno di guerra, vengono mandati a combattere anche i giovanissimi perchè "Ivan è alle porte". Walter ha diciassette anni e insieme a Fiete, suo coetaneo, amico, e mungitore come lui, viene arruolato a forza. Vengono mandati in Ungheria e lì le loro strade si dividono: Walter nelle retrovie, Fiete al fronte. Il nuovo incontro tra loro sarà segnato dalla follia degli ultimi giorni del Reich. Walter non è altri che il padre di Ralf Rothmann, autore del libro: "Volevo indagare il segreto che gli attribuivo, cercare una spiegazione alla sua malinconia plumbea. Immaginavo che derivasse dal fatto che lui, reclutato contro la sua volontà, si sentiva una vittima del regime e tuttavia per il fatto di aver portato l'uniforme delle SS si ritrovò dopo il 1945 dalla parte del carnefice. Non ci capì più nulla e reagì ritraendosi nella tristezza, una tristezza che io da bambino riconducevo a me". Un bellissimo romanzo che esplora a fondo e senza retorica il modello vittima/carnefice. 

MORIRE IN PRIMAVERA - Ralf Rothmann