Le cose crollano Stampa
space

Il titolo di questo splendido romanzo, tra i più importanti dell'intera letteratura africana, allude a una doppia caduta: quella della civiltà Igbo (presente anche in Nigeria, dove ha luogo la vicenda raccontata) e quella di un suo tragico e contraddittorio eroe, il guerriero Okonkwo, protagonista della storia. Le cose crollano non è un saggio travestito da romanzo, eppure, attraverso una struttura narrativa classica (con tanto di voce narrante esterna) è in grado di spiegarci meglio di tanti saggi cosa ha portato in Africa il colonialismo, penetrato attraverso i canali della religione e consolidatosi attraverso la forza degli eserciti. Se combattiamo lo straniero, colpiremo i nostri fratelli e forse verseremo il sangue di un membro del clan. Ma dobbiamo farlo. I nostri padri non hanno mai immaginato una cosa del genere, non hanno mai ucciso i loro fratelli. Ma l'uomo bianco non era mai andato da loro. Quindi dobbiamo fare ciò che i nostri padri non avrebbero mai fatto. 

LE COSE CROLLANO - Chinua Achebe