Il mistero del London Eye Stampa
space

"Io e mia sorella Kat abbiamo portato nostro cugino Salim al London Eye, la grande ruota panoramica di Londra, perchè non c'era mai stato. Lunedì 24 maggio alle 11.32 lo abbiamo visto salire. Lunedì 24 maggio alle 12.02 la sua capsula ha finito il giro, le porte si sono aperte e tutte le persone sono uscite. Tranne Salim, che si è volatizzato". Ted conta sempre le cose intorno a lui e scruta il cielo per prevedere i cambiamenti atmosferici, ha la fissazione dei numeri e della meteorologia. Quando è agitato sfarfalla le mani e per calmarsi conta i passi che fa o ascolta i bollettini meteologici dei naviganti. Ted non comprende i modi di dire e le battute e non capisce il linguaggio del corpo, fa dunque fatica a relazionarsi con gli altri. Ted è un ragazzino affetto dalla sindrome di Asperger, ed è come se la sua mente fosse governata da un sistema operativo diverso dagli altri. Ma sarà proprio questa diversità il suo punto di forza: la capacità logica di capire e prevedere la realtà considerando le innumerevoli possibilità e punti di vista porterà Ted alla soluzione del mistero della scomparsa di Salim. Età: da 12 anni.

IL MISTERO DEL LONDON EYE - Siobhan Dowd