Un pasto in inverno Stampa
space

Tre soldati tedeschi, ossessionati dal macabro rito quotidiano della fucilazione dei prigionieri, ottengono di uscire dal lager con il compito di cercare gli ebrei che si nascondono nei dintorni. Un misero tentativo di sfuggire ai propri incubi, perchè la cattura di un fuggiasco è pur sempre il preludio alla sua condanna. Ma non è il dilemma morale al centro di questo grande romanzo, bensì il gelo dell'inverno polacco. Il gelo che imprigiona i gesti e le parole dei protagonisti, che li rallenta fino quasi all'inerzia, accompagnato dalla fame, che convoglia ogni pensiero, ogni aspirazione. Una scrittura netta ed essenziale, nella quale troviamo echi di Thomas Bernhard e Knut Hamsun. 

UN PASTO IN INVERNO - Hubert Mingarelli