Grazie per il fuoco PDF Stampa E-mail
space

Io non penso di tornare in Uruguay (...). Sa qual è la cosa migliore per curare la nostalgia? Il comfort. Primi anni '60: l'Uruguay è una semi-colonia degli Stati Uniti, corrotta e conservatrice. Edmundo Budino, affarista e intrallazzatore, ne è l'emblema. Il figlio Ramon medita di ucciderlo, ma tanto il padre incarna la determinazione del potere, tanto il figlio è il simbolo dell'irresolutezza. Parabola sul confronto tra vecchio e nuovo, tra menzogna e verità, dove ogni confine è incerto e dove le relazioni tra i personaggi del romanzo ci parlano della dialettica tra repressione e ribellione. Mario Benedetti, tra i più grandi poeti latinoamericani del Novecento, è morto a Montevideo nel 2009.

GRAZIE PER IL FUOCO - Mario Benedetti

 
Pollock e Rothko. Il gesto e il respiro PDF Stampa E-mail
space

Jackson Pollock e Mark Rothko, pur avendo calcato e rivoluzionato la medesima scena dell'arte contemporanea, hanno lasciato segni di natura opposta. Il primo ha seguito la strada del gesto e dell' 'esserci' attraverso la materia, il secondo quella della sottrazione, della luce, del silenzio. Ciò che rende interessante la lettura di questo breve saggio è l'assenza di clichè legati alle fin troppo evidenti diversità tra i due artisti. Gregorio Botta - artista visuale a sua volta - riesce a districarsi tra le biografie parallele di Pollock e Rothko ponendosi e ponendoci domande che aiutano a ricollocare le opere (e le visioni che le sottendono) di questi due giganti del Novecento fuori dalle consuete formule da manuale di storia dell'arte.

POLLOCK E ROTHKO. IL GESTO E IL RESPIRO - Gregorio Botta

 
Il weekend PDF Stampa E-mail
space

Tre donne, settanta anni e più, amiche da una vita, si ritrovano perchè Sylvie è morta. Lei era la quarta, forse l'anima del gruppo, certamente quella capace di tenere insieme personalità così definite, forti e spigolose. Ma gli spigoli invecchiando non si smussano, anzi. E dunque cosa tiene ancora unite queste tre donne che sembrano avere dimenticato le ragioni della loro amicizia? Di che sostanza è fatto il loro rapporto, ancora così tenace? Charlotte Wood racconta con empatia e umorismo le luci e le ombre della sorellanza, che con l'età matura c'entrano solo in parte, perchè, a ben guardare, ognuno diventa ciò che è.

IL WEEKEND - Charlotte Wood

 
Non stiamo tutti al mondo nello stesso modo PDF Stampa E-mail
space

Come è finito Paul Hansen, nato a Tolosa nel 1955, figlio di un pastore protestante danese con la passione delle corse di cavalli e di una francese malata di cinema, in un carcere canadese? E come ha potuto, uomo mite e costituzionalmente gentile, amante del "lavoro ben fatto", convivere con l'Hell's Angel che gli è capitato come compagno di cella? Il libro percorre a ritroso la storia di questo Giobbe contemporaneo, che, a differenza del suo antico predecessore, ha con Dio un rapporto segnato da un perplesso  scetticismo. Ironica, acuta, spesso divertente, la voce narrante del protagonista ci conquista grazie alla sua umanità risolta e, al tempo stesso, inquieta. Vincitore del Premio Goncourt nel 2019.

NON SIAMO TUTTI AL MONDO NELLO STESSO MODO - Jean-Paul Dubois

 
La perlina sul fondo PDF Stampa E-mail
space

Coloro che amo preferiscono apparire rozzi e buffoni piuttosto che manifestare i propri sentimenti. (...) A volte, sotto l'impulso di un momento o di una circostanza, si sono di colpo strappati la camicia e mi hanno mostrato il cuore, su cui ho visto incise con la punta di un diamante le questioni su cui meditano i filosofi. E' per questo che amo i luoghi pieni di gente, dove si tornisce la lingua madre, si creano nuove parole, si affinano i gerghi e si approfondiscono i miti. Esattamente di questa materia sono fatti i racconti di Hrabal: "discorsi della gente" raccolti nelle birrerie, in fabbrica, per la strada... "torniti nella lingua madre" e trasformati in parabole del quotidiano, perchè chiacchierando i pensieri sgorgano dalla bocca diretti verso la comprensione e il silenzio.

LA PERLINA SUL FONDO - Bohumil Hrabal

 
La casa sul lago PDF Stampa E-mail
space

E' una casa sul lago a tenere unita, almeno nel ricordo del passato, una famiglia in realtà disgregata e sparpagliata per il Nord America. Quando i genitori decideranno di venderla, torneranno a galla ferite legate a un passato di segreti, di verità taciute, che continua a riverberarsi sul presente. Sta proprio in questi segreti il nucleo narrativo di un romanzo scritto magistralmente: Poissant riesce con pochissime parole, attraverso una scrittura sobria ed essenziale, a rappresentarci in modo fulmineo il mondo interno dei protagonisti e le relazioni che li legano. (...) Non racconterò quella storia. Nemmeno a Jake. Non ai suoi genitori. Non in una poesia o a una cena tra amici. Un miracolo perde il potere sul miracoloso ogni volta che viene narrato, trasformandosi da fatto a mito, da com'era a come viene ricordato...

LA CASA SUL LAGO - David James Poissant

 
Dei nostri fratelli feriti PDF Stampa E-mail
space

Anno 1956, l'Algeria lotta per liberarsi dal giogo coloniale e conquistare l'indipendenza, mentre la Francia decide che i principi di libertà, uguaglianza e fraternità valgono sì, ma solo in Europa, e non per tutti. Fernand Iveton, operaio, comunista, sostenitore dell'indipendenza, progetta un attentato simbolico nella fabbrica dove lavora: l'ordigno non esploderà, mentre lui verrà arrestato, torturato e condannato a morte attraverso un processo farsa. Il libro vince nel 2016 il Premio Goncourt Opera Prima, rifiutato dall'autore con queste parole: La competizione, la concorrenza e la rivalità per me sono nozioni estranee alla scrittura e alla creazione. Esatto.

DEI NOSTRI FRATELLI FERITI - Joseph Andras

 
Strade di notte PDF Stampa E-mail
space

Strade di notte è essenzialmente un libro di incontri. E non potrebbe essere altrimenti, dato che il protagonista (alter ego di Gazdanov) è un taxista che attraversa ogni notte Parigi venendo in contatto con un'umanità di reietti che sembra uscita dalle pagine di Morte a credito. La scrittura è diversa, ma identica a quella di Celine è la furia con cui Gazdanov si immerge in questo universo - il milieu dell'emigrazione russa degli anni '30 - in cui l'abiezione e la cialtroneria, il ricordo di antichi splendori e la realtà dell'esilio, compongono un mondo segnato dal rimpianto e dalla nostalgia. Quel mondo era il suo mondo. Gazdanov aveva combattuto nell'Armata Bianca, l'esercito controrivoluzionario russo, e proprio come molti suoi compatrioti, a Parigi aveva trovato rifugio. Un grande libro di un grande sconfitto.

STRADE DI NOTTE - Gajto Gazdanov

 
Il diavolo in Francia PDF Stampa E-mail
space

Drammaturgo, romanziere, oppositore politico del nazionalsocialismo, con l'avvento di Hitler al potere Lion Feuchtwanger si rifugiò in Francia. Fu tra gli intellettuali più avversati dal regime e i suoi libri vennero bruciati in piazza nei roghi del 1933. Nel'40, ancora in Francia, venne rinchiuso nel campo di internamento di Les Milles in quanto cittadino di una potenza nemica. Il diavolo in Francia è la cronaca di questa straordinaria avventura, che catapulta un intellettuale cosmopolita in una condizione di precarietà e rischio per la propria vita che mai avrebbe ritenuto possibile. Un campo di internamento non è un campo di sterminio, ed è proprio  questa maggiore contiguità alla "normalità dell'esperienza" che rende così vicine a noi pagine che restituiscono appieno l'ordinaria follia degli eventi.

IL DIAVOLO IN FRANCIA - Lion Feuchtwanger

 
I baffi PDF Stampa E-mail
space

I baffi è la classica storia per la quale si può usare l'aggettivo "inquietante". Aggettivo che calza perfettamente, perchè l'inquietudine generata dalla rottura del confine tra realtà e immaginazione, tra norma e trasgressione, è esattamente il cuore di questo romanzo. La scelta del protagonista di tagliarsi i baffi, concepito come un gesto scherzoso nei confronti della compagna e degli amici dai quali stanno per recarsi a cena, innesca una serie di eventi che dello scherzo hanno ben poco. Il libro è davvero notevole, non solo perchè è ben scritto e ci tiene implacabilmente legati allo sviluppo della storia, ma soprattutto perchè affronta il tema centrale dell'identità, ricordandoci quanto la definizione della nostra identità si costruisca e si rinnovi quotidianamente attraverso gli occhi degli altri.

I BAFFI - Emmanuel Carrère

 
Giovanissimi PDF Stampa E-mail
space

Davvero bello questo Giovanissimi, che ci racconta una Napoli finalmente credibile, vista con gli occhi di adolescenti che vivono in un mondo in cui gli adulti sono sì presenti, ma solo come passanti, come comparse. Nonostante le vite di Marocco, Lunno, Gioiello, Fusco, Serena... si muovano ai confini, e spesso dentro, l'illegalità, queste forme convivono con una quotidiana 'normalità', che ce li fa sentire veri, vicini, credibili. E infatti, inaspettatamente, l'evento dominante - raccontato attraverso dialoghi che rappresentano uno dei punti di forza del romanzo - è quello della nascita dell'amore.

GIOVANISSIMI - Alessio Forgione

 
Sul cinema PDF Stampa E-mail
space

Grazie a questo libro lieve, scherzoso, sghembo e profondo, ci avviciniamo al Fellini uomo e artista attraverso le sue stesse parole. L'uomo si schermisce, rifiutando giocosamente la 'forma intervista' che gli propone il critico Giovanni Grazzini, mentre l'artista non apre davanti ai nostri occhi la sua cassetta degli attrezzi, sostenendo di non possederne una. Non ci sono regole, non c'è metodo, si difende Fellini. Eppure, sul filo dei ricordi legati alla lavorazione dei suoi film e agli incontri con attori e registi, questo uomo-bambino continua a stupirci, anche attraverso le parole, per la profondità del suo sguardo limpido e curioso, unito a una perizia da vecchio artigiano: l'unica responsabilità che sento è quella di evitare l'approssimazione, che è la secrezione più diretta della stupidità e dell'ignoranza.

SUL CINEMA - Federico Fellini

 
Un altro tamburo PDF Stampa E-mail
space

Tucker Caliban è un nero anomalo nell'America del segregazionismo. Figlio di uno schiavo ribelle, non è ricco ma possiede la fattoria in cui vive e la terra su cui lavora. Perchè dunque, senza alcun preavviso, getta sale sul suo campo, uccide le sue bestie, dà fuoco alla fattoria e si mette in viaggio insieme alla moglie e al figlioletto? Ma, soprattutto, perchè questa partenza darà il via a un esodo di massa? Così recita, laconico, un memoriale del tempo: "Nel giugno del 1957, per ragioni ancora da stabilire, tutti gli abitanti neri dello stato ne hanno abbandonato il territorio". A raccontare questa storia saranno i bianchi che, impotenti e increduli, vedranno capovolgersi il mondo apparentemente immutabile in cui si erano insediati. Opera visionaria e profetica, ambientata in uno staterello immaginario del Sud, il romanzo di Kelley è stato scritto 'in presa diretta', mentre le lotte per i diritti civili, spesso represse nel sangue, rivelavano il vero volto del sogno americano.

UN ALTRO TAMBURO - William Melvin Kelley

 
Storie vere e verissime PDF Stampa E-mail
space

In libreria il consigli terapeutici (far divertire l'annoiato, dare speranza al cinico, eccetera) sono tentativi illusori e inefficaci di proporre letture pret-à-porter. Ma se il lettore disorientato chiedesse un farmaco contro la stupidità, il libraio-farmacista non potrebbe che prescrivere Ermanno Cavazzoni. Leggere questo autore è un modo per riconciliarsi con una scrittura capace di divertire senza distrarre, di far ridere senza dimenticare di che pasta è fatto il mondo. Al contrario, il suo materiale è proprio ciò che abbiamo tutti i giorni sotto gli occhi, ma osservato da una prospettiva sghemba e precisissima, che ce ne rivela l'assurdità, la comicità, l'intima verità.

STORIE VERE E VERISSIME - Ermanno Cavazzoni

 
Le Marlboro di Sarajevo PDF Stampa E-mail
space

Finalmente ristampato il libro più importante dell'autore bosniaco, un'opera capitale della narrativa del Ventesimo secolo. E' la Sarajevo assediata (aprile 1992 - febbraio 1996) a fare da sfondo a storie che, raccontando le minuzie e la quotidianità della vita durante gli anni di guerra, possiedono una grandissima forza visionaria. Attraverso uno sguardo che è insieme lucido e straniato, Jergovic ha scritto uno dei più bei libri con protagonisti gli uomini e le donne che hanno vissuto, nel cuore dell'Europa, la tragedia dell'indifferenza. La potenza della narrazione mette Jergovic sul piano di Andric, Kis, Crnjanski... i grandi classici della letteratura balcanica contemporanea.

LE MARLBORO DI SARAJEVO - Miljenko Jergovic

 
Il libro degli esseri a malapena immaginabili PDF Stampa E-mail
space

La divulgazione scientifica di stampo anglosassone si distingue a volte per la compresenza di due elementi non facilmente assimilabili, rigore e capacità narrativa, spesso accompagnati da una buona dose di ironia. Così capita al libro di Caspar Henderson - naturalista con la vocazione di rivolgersi al lettore curioso - che a un primo sguardo ci appare come un bestiario medioevale, una geniale silloge 'a la Borges', per rivelarsi poi un'opera che, utilizzando l'inconsueto, ci parla del quotidiano. Sfilano sotto i nostri occhi alcuni degli animali più inverosimili (ma tutti rigorosamente reali) che abitano il nostro pianeta: pesci degli abissi, macachi giapponesi, stelle marine spinose, civette baffute, esseri umani...

IL LIBRO DEGLI ESSERI A MALAPENA IMMAGINABILI - Caspar Henderson

 
Gli assassini PDF Stampa E-mail
space

La forza del romanzo di Kazan, pubblicato la prima volta nel 1972, sta tutta nella capacità di immergerci nelle atmosfere e nei rituali che hanno segnato alla fine degli anni '60 lo scontro tra la controcultura del movimento giovanile americano e l'establishment. Lo spunto è offerto dalla vicenda di un militare messicano, perfettamente integrato nell'esercito USA, che per "riprendersi" la figlia scappata con un gruppo di hippie uccide due di loro, con il consenso neppure troppo tacito dei poteri che contano: esercito, tribunali, polizia. Se il dito è puntato contro la violenza dei benpensanti, non c'è però traccia di simpatia per il velleitarismo della controparte. Un romanzo maturo e profondo sui sentimenti che hanno animato quelle rivolte: la rabbia e l'impotenza, mai slegati dalla gioia di vivere in un eterno presente in cui tutto sembrava possibile.

GLI ASSASSINI - Elia Kazan

 
Il pittore fulminato PDF Stampa E-mail
space

Johann Moritz Rugendas, pittore tedesco della prima metà dell'Ottocento, per tutta la vita ha viaggiato in Sud America. Questo romanzo, ambientato tra Cile e Argentina, racconta di una spedizione compiuta insieme all'amico Krause, pittore di scarso talento, per documentare il rigoglio e le stranezze (dal punto di vista del Vecchio Mondo) della natura e degli uomini del Nuovo Mondo, sulle orme dell'esploratore e naturalista von Humboldt. Spedizione funestata da un gravissimo incidente: Rugendas verrà colpito da due fulmini nel corso di una tempesta dagli echi conradiani. Dunque la testimonianza di un'avventura, apparentemente. In realtà il mondo in cui ci trascina Cesar Aira è quello del processo creativo allo stato puro, in bilico tra rigore, tecnica, visione e pazzia. Raramente il tema della creazione artistica è stato affrontato con tanta forza visionaria.

IL PITTORE FULMINATO - Cesar Aira

 
Solo un fiume a separarci PDF Stampa E-mail
space

Francisco Cantù, passaporto statunitense e origini messicane, ha lavorato per alcuni anni come guardia di frontiera sul confine tra Stati Uniti e Messico. L'hanno portato lì i suoi studi legati al tema del confine. Dunque un percorso anomalo rispetto a chi sceglie di arruolarsi nelle forze di polizia. Alla madre, non convinta della sua decisione, risponde: Voglio essere sul terreno, là fuori, voglio conoscere la realtà della frontiera giorno dopo giorno (...). Io potrò aiutare quella gente. Parlo entrambe le lingue, conosco entrambe le culture. Curiosità e ingenuità, queste le leve che muovono le sue scelte, e poi l'impatto, devastante, con la realtà. La straordinaria forza di questo libro è tutta nell'approccio fiducioso del protagonista e nel lento ma inesorabile rivelarsi di una verità che ci viene presentata in modo limpido e disarmante, attraverso l'esperienza. Un manifesto contro tutti i muri, ma soprattutto contro l'ignoranza e la retorica della sicurezza.

SOLO UN FIUME A SEPARARCI - Francisco Cantù

 
L'interprete PDF Stampa E-mail
space

Francoforte 1963, primo processo per i crimini di Auschwitz tenutosi di fronte a una corte tedesca. La giovane Eva Bruhns viene ingaggiata come interprete dal polacco. Inizierà, attraverso questo incarico, un percorso di conoscenza e consapevolezza che cambierà per sempre la sua vita, portandola a scoprire responsabilità là dove mai avrebbe osato credere. Ed è proprio il tema della responsabilità il perno del romanzo: quella di chi ha agito e, ancora di più, quella di chi ha taciuto o finto di non sapere. Davanti a sinistra sedevano quindi un esportatore, due agenti di commercio, un agricoltore, un portinaio, un infermiere, un operaio, un pensionato, due dentisti, un farmacista, un falegname... Questi uomini avrebbero dovuto rispondere della morte di centinaia di migliaia di esseri umani innocenti.

L'INTERPRETE - Annette Hess

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 7

Lascia il tuo indirizzo mail per iscriverti alla nostra newsletter.
Ti terremo informato sulle attività e gli appuntamenti della libreria!
Dovrai confermare l'iscrizione cliccando sulla mail che riceverai dopo pochi secondi.




la Libreria Linea d'Ombra è in via San Calocero 29 a Milano (MM2 Sant'Agostino)
aperta
lunedì dalle 15 alle 19.30 e da martedì a sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19.30
per contattarci, telefono 028321175 fax 0287245865